Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto Cookie Policy
X

L'Eccellenza | Il Laboratorio Orafo

La selezione delle perle presenti in laboratorio viene eseguita con attenzione e perizia presso i luoghi in cui queste vengono coltivate o distribuite su scala internazionale. Ogni tipologia di perla ha le proprie peculiarità, ma tutte si orientano su cinque fondamentali: misura, forma, colore, origine e valore. Solitamente la forma sferica è la più pregiata, ma per alcune tipologie di perle come le barocche, si richiede una fisionomia indisciplinata. Il colore è in molti casi la peculiarità che determina la tipologia stessa della perla analizzata. Per soddisfare le richieste di ogni cliente, stagionalmente riassortiamo la nostra fornitura di perle dalle più preziose alle più accessibili per avere un range che si adatti ad ogni occasione d’impiego.

Guida e Cura delle Perle >>

Guida alle perle: La distinzione tra perle vere e false si è basata per decenni sulla discriminante di produzione: l’ostrica o l’uomo. Sarà una scoperta affascinante venire a conoscenza che le categorie si sono evolute nel tempo e che oggi si riconoscono ben tre macro-categorie di perle; le naturali, rarissime e protette da convenzioni a tutela dalla pesca indiscriminata, hanno una reperibilità di 1 perla su 15000 ostriche analizzate. Le perle sintetiche, definite anche artificiali, devono la loro realizzazione da procedimenti laboratoriali di diversa esecuzione. La categoria di perle più diffusa in commercio è di origine coltivata; la coltivazione avviene in alcune zone del mondo che hanno sviluppato una cultura a riguardo (come Giappone, Malesia, Indonesia, Polinesia, Cina, Australia) e si realizza con una procedura alquanto complessa. Solo il 10% della produzione totale è adatto alla gioielleria di buon livello. Tra le perle coltivate esiste la divisione in Perle d’acqua dolce e Perle d’acqua salata. Tra queste ultime possiamo trovare le pregiatissime perle di Tahiti, le Australiane e le Giapponesi. Ogni tipologia di perla ha le proprie peculiarità, ma tutte si orientano su cinque fondamentali: misura, forma, colore, origine e valore.

Cura delle perle: la buona conservazione delle perle si può ottenere con scrupolo e attenzione evitando il contatto con sudore, acidi, lacche per capelli, cosmetici e profumi. Eventuali impurità depositate si possono rimuovere con un panno morbido strofinando con cura e delicatezza. L’esposizione a un clima troppo secco o molto umido può compromettere la salute delle perle generando opacizzazioni, screpolature o sbucciature. Lo sfregamento con metalli o materiali acuminati/ruvidi graffiano facilmente la superficie della perla. L’analisi periodica può dare informazioni utili sulla longevità e sullo stato delle tue perle.

Le perle coltivate

Classiche e uptodate
le perle non perdono mai
il loro aplomb